Comunicazione Importante - Covid-19: CLICCA QUI

Madonie Food Festival


Le Madonie non sono solo una catena montuosa.
Le Madonie sono, soprattutto, un insieme di monti, di paesaggi, di storie e piccoli paesi pieni di tradizioni.

Fare un viaggio per le Madonie è un po’ come attraversare le stagioni; vivere mille sensazioni diverse e guardare in faccia i tanti volti di una Sicilia che sa essere grande come la montagna e piccola come il paesino alle sue pendici.
Ma viaggiare per le Madonie significa anche diventare partecipi dei racconti degli allevatori, osservare il sole con l’esperienza degli agricoltori e aiutare i pescatori a raccogliere le loro reti dopo un giorno di mare.

Per creare un’occasione comune entro la quale i paesi possano esporre, in un’ unica vetrina, le eccellenze eno-gastronomiche e imprenditoriali dell’area madonita, il 29 e il 30 Aprile avrà luogo, a Caltavuturo, il I° Madonie Food Festival.


Il MADONIE FOOD FESTIVAL prevede non solo la partecipazione di buona parte delle aziende locali delle Madonie ma si propone, soprattutto, di creare un “brand awareness” di visibilità internazionale che porti alla creazione di un’area turistica di alto livello.

Lo scopo, chiaramente, è quello di attrarre quanti più visitatori possibili, non solo dalla Sicilia ma anche da altre parti d’Italia anche se l’ambizione rimane quella di fare della manifestazione, un evento in grado di captare flussi turistici provenienti, direttamente, dall’Europa.

Il programma del Madonie Food Fest prevede una serie di eventi eno – gastronomici e di momenti di confronto tra le maggiori realtà produttive madonite.
E proprio perché si tratta di un Festival che intende tutelare e far conoscere anche le tradizioni di Sicilia, nei giorni della manifestazione, verranno rinnovate quelle dell’opera dei pupi, quella del teatro delle marionette dell’Italia meridionale, con almeno due spettacoli quotidiani nei locali del convento.

Presente anche la degustazione dei prodotti più caratteristici della stagione, primo fra tutti la frittedda”, piatto centrale della manifestazione e poi il pomodoro “siccagno” di Valledolmo, la “fagiola badda” di Polizzi Generosa, la provola delle Madonie di Collesano, il Miele dell’ape nera di Caltavuturo, l’albicocca di Scillato, le nocciole di Polizzi Generosa, la manna di Castelbuono, le lenticchie di Villalba, il peperone di Polizzi Generosa.
Di tutti i prodotti si cercherà di raccontare la storia e le origini con dimostrazioni pratiche di raccolta e produzione oltre che di preparazione.

Sempre nell’ottica di una valorizzazione delle intelligenze imprenditoriali, culturali e artistiche del territorio, è stato altresì istituito il Premio Eccellenze delle Madonie 2017.
Una giuria, formata dal sindaco di Caltavuturo, dall’assessore al turismo e dal CDA della società Abiturism, assegnerà un premio alla personalità che, nel corso del 2016, si è distinta di più, in uno dei settori sopra enunciati.